photo of mauro franceschi

mauro franceschi | insegnante



profilo


P { margin-bottom: 0.21cm; direction: ltr; color: rgb(0, 0, 0); }P.western { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 12pt; }P.cjk { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 12pt; }P.ctl { font-family: "Times New Roman",serif; font-size: 12pt; } Mauro Franceschi (1960) è nato e vive a Bolzano (I). E’ laureato, con lode, in musicologia presso l'Università di Bologna (I), con tesi su “Trascrizione e trasformazione: dal Concerto per quattro violini, violoncello, archi e continuo in si minore di Antonio Vivaldi al Concerto per quattro cembali, archi e continuo in la minore di Johann Sebastian Bach”, relatore Franco Donatoni. Dopo studi di chitarra classica, ha studiato Chitarra Jazz con Reiner Weber presso la Jazzschule Zürich (CH). Ha partecipato a stages di Tim Brady sull’interpretazione del repertorio classico contemporaneo per chitarra elettrica (Montreal), di Scott Johnson in composizione (NYC), e di Laurence Casserley su “Performance and live electronics” (Bolzano).
È autore di musiche per il teatro (Ich, Faust - Theater in der Altstadt), per film (La caduta di casa Usher - Rimusicazioni), per documentari (Tre Architette – Prisma Multimedia), di sigle radiofoniche (RAI3), della sonorizzazione di mostre fotografiche (UR di Michele Menegon – Do.it) e di racconti di Science Fiction (Catalogo delle Psicomacchine 2055 di Sandro Ottoni – Il Cantiere di Rai3), di brani per ensemble strumentali e vocali. Ha ricevuto commissioni da Piccolo Teatro Carambolage, Rittner Freilichtspiele, Theater in der Altstadt, Prisma Multimedia, Associazione culturale Harlock, RadioRAI3, Festival di musica contemporanea di Bolzano. Nel 2011 ha vinto il Premio di composizione della Federazione cori dell’Alto Adige – AGACH con il brano “E’ Natale” per coro misto, il suo brano “Sul Tagliere” per coro femminile è edito da Pro Organo – sic itur ad astra Foundation.
Quale interprete ha tenuto concerti solistici in Italia, Austria, Svizzera, Germania e Argentina. Ha avuto il sostegno degli Istituti Italiani di Cultura e del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Il suo repertorio solistico comprende opere di Eckart Beinke, Tim Brady, Laurence Crane, Mark Howell, Steve Mackey e Tristan Murail.
Ha inciso proprie musiche nei CD “Mauro Franceschi Band”, “Quinte – musiche di scena”, e “Il mare sa nuotare”. Ha collaborato con Gregorio Bardini, Emilio Galante, Carlo Schneider Graziosi e Tiziano Popoli. Ha inciso composizioni di Tim Brady, Atle Pakush Gundersen, Mark Howell, Tom Johnson, Steve Mackey e Loren Mazzacane nel CD “Electric guitar solo”, recensito da “Il Giornale della musica”, “Rockerilla”, “Rumore” e “Chitarre”.
Come interprete e autore ha partecipato a programmi di RAI3 radio e televisione, Radio RAI International e Radio Clasica Argentina.
E’ docente di chitarra elettrica presso l’Area musicale “Vivaldi di Bolzano” (I). Ha tenuto masterclasses nel Conservatorio di Adria (I), nel Conservatorio nazionale “Buchardo” di Buenos Aires e presso “Universitad Nacional de Cuyo” (AR).
E’ stato ideatore e conduttore di programmi dedicati alla musica contemporanea per radio RAI3. E' giornalista pubblicista al 1995, ha collaborato con “Il Mattino”. “Noise–FF”, e “L’Orchestra”. Scrive per la pagina di cultura e spettacoli de “L’Adige”.

sede e corso


bolzano ->  chitarra elettrica

info


email: franceschi@dnet.it