photo of stefano colpi

stefano colpi | insegnante



profilo


Diplomato a pieni voti in contrabbasso presso il Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento e laureato in Jazz con votazione 110 e lode con una tesi su Bill Evans e la rivoluzione del piano trio, sempre nello stesso Conservatorio.
 Dal 1988 inizia a collaborare con varie orchestre sinfoniche e da camera, tra le quali: “Orchestra Haydn”, ”Orchestra Filarmonica Italiana”, “Orchestra Filarmonica Trentina”, “Karadar Bertoldi Ensemble”, “Orchestra da Camera Zandonai”, “Continuum Novecento” Ensamble Corelli”.
 In ambito classico suona in importanti teatri e festival italiani ed europei: alla “Beethoven Haus” di Colonia, alla “Quensena Musical”di San Sebastian, a Berlino, Bonn, Lubecca, Kiel, Wolksburg al “Giuseppe Verdi” di Milano, al “Maggio Musicale Fiorentino”, a “Santa Cecilia”, all'Aula Magna dell'Università “La Sapienza” di Roma, ai Festival di Todi, Palermo, Trapani, Catania, Bari ecc.
 Nel 1994 – '95 collabora ad un progetto su “Classicismo Biedemeier e Romanticismo”, che coinvolgeva in conferenze-concerti relatori quali: Quirino Principe, Piero Rattalino, Mario Bortolotto, Giovanni Carli Ballola, Lorenzo Arruga e Enzo Restagno.
Nel 1992 partecipa al progetto “La musica romantica oltre le etnie regionali della cultura mitteleuropea”, con il patrocinio della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, in questo itinerario musicale suona a Trieste, Bratislava, Brno. Accanto all'attività di musicista classico ha sempre svolto un'intensa attività di esecutore, compositore ed arrangiatore in ambito jazz.
Nel ’91 ha frequentato i corsi estivi della “Manhattan Jazz School” con H, Shwartz e da questi è stato segnalato come miglior allievo del corso per suonare nella Big Band della scuola.
 Ha frequentato, nella sua città natale, per tre anni gli stages di specializzazione del contrabbassista Dave Holland nell’ ambito di “Itinerari Jazz”.
In seguito ha suonato in numerosi festival in Italia e all'estero: Festival di Kempten, Festival Internazionale di San Sebastian , “Etzkaray Jazz Festival” (Bilbao), “Bergamo Jazz”, “Fiemme Sky Jazz”, “Nuove Sincronie” (Milano), “Festival Jazz di Barcellona”, “Jazz & Other” (BZ), “Alto Garda Jazz Festival”, “Peniscola Jazz” (Siviglia), “Leihra Jazz Fest” (Barcellona), “Itinerari Jazz” (TN), “Suonintorno” (BG), “Jazz & Notation” (MI-TN), Festival “FaRe Jazz”, “Milano Estate”, “Festival di Figueras” (ESP) , “Laives Jazz”, “Jazz & Notations” (Mi e Tn), “Villa Lagarina Jazz” ,Festival Jazz di Bolzano, “ Levico Jazz” e nei jazz club “Le Scimmie” e “Il Capolinea” di Milano, l’ “Alpheus” di Roma, ecc.
Ha suonato con numerosi jazzisti di fama internazionale quali: Kenny Weehler, Uri Caine, Marcus Stockhausen, Franco D'Andrea, Gianluigi Trovesi, Havier Girotto, Gianni Basso, Steve Ellington, Jay Rodriguez, Florian Brambock, Stefano Battaglia, Bruno Tommaso, Sandro Gibellini, Salvatore Bonafede, Bruno De Filippi, Emilio Soana, Philipp Van Endert, Rita Marcotulli, Andrea Dulbecco, Tino Tracanna, Roberto Cipelli, Mauro Negri, Joan Cartwright, Robert Bonisolo, Saverio Tasca, Irene Oliver, Giovanni Mazzarino, Claudio Angeleri, Fabrizio Bosso , Marcello Rosa, Massimo Colombo, Rocco Zifarelli, Andrea Braido e molti altri.
 E' membro della “New Project Jazz Orchestra”, della “New Project Classical Orchestra”, dell'orchestra “Unit Eleven”, dell' orchestra e del quartetto “Sonata Island”; in queste ultime tre formazioni svolge anche attività di compositore e arrangiatore. Guida inoltre varie proprie formazioni quali lo “Stefano Colpi Trio” e il “Paradox Quintet”, “Atrio” con Stefano Battaglia e Carlo Canevali e lo”Stefano Colpi Open Atrio” con Mauro Negri, Roberto Cipelli e Stefano Bertoli.
 Ha fondato un trio con Roberto Cipelli che rivisita le composizioni di Bill Evans.
Ha svolto sia in ambito jazz che classico varie incisioni e un suo assolo dal cd “Colours” del sassofonista Alberto Nacci è stato menzionato nella “Penguin Guide to Jazz” americana.
 I suoi cd e i cd in cui ha collaborato sono stati recensiti dalle più autorevoli testate nazionali: “ Musica Jazz”, “ Jazz It”, “ Il Manifesto”, “ Ritmo” , “ Il Corriere della Sera”, “ Amadeus” e da varie testate locali e trasmessi in programmi radio nazionali. Il cd “ Where Do we Go From Here” dello Stefano Colpi Atrio” ha venduto in tutta Europa e in Giappone.
  Oltre all'attività concertistica, di scrittura e arrangiamento ha tenuto corsi e seminari per scuole musicali, associazioni culturali e festival jazz. Dal 1987 ha tenuto corsi di basso elettrico e contrabbasso, teoria, improvvisazione e musica d'insieme presso il “CDM” di Rovereto, i “Minipolifonici” di Trento, il “Diapason”, la scuola “Artemusica” di Riva del Garda, il Conservatorio di Trento.
 Attualmente ha la cattedra di contrabbasso classico, contrabbasso jazz e basso elettrico presso l’ Istituto “A. Vivaldi” di Bolzano. Nel medesimo Istituto tiene il corso di improvvisazione ed è il direttore della big band.
Dal 2006 tiene i corsi liberi di basso elettrico presso il Conservatorio “A. Bonporti” di Trento e dal 2008 sempre nel medesimo Conservatorio insegna contrabbasso, basso jazz e basso elettrico nei corsi di popular music e di jazz.
E' stato assistente di Franco D'Andrea ai seminari del “Merano Jazz Festival” e presso la scuola “Arte Musica” di Riva del Garda. Dal 1996 al 1998 ha tenuto i laboratori jazz presso la Civica Scuola Musicale di Pergine. Nel 1987 ha tenuto i corsi di musica d'insieme nell'ambito di “Estate Insieme”, promossi dal Comune di Trento.
 Nel 1998 ha tenuto una conferenza su “Bill Evans e il piano trio” presso la Scuola Civica “Artemusica” di Riva del Garda e nel 1999 sempre presso la stessa scuola, una conferenza sulla “Sezione ritmica nella storia della musica moderna”.
 Nel 2008 e 2009 ha tenuto stage annuali di basso e musica d’ insieme jazz per gli insegnanti dell’ Istituto tedesco di Bolzano.
E’ assistente progettatore della “Nardelli Bass”; uno dei più prestigiosi marchi italiani di bassi elettrici. Un basso che porta il suo nome: il “Nardelli Bass Pro” modello Stefano Colpi, è stato presentato all’ “Euro Bass Day” del 2004 accanto ai più prestigiosi marchi internazionali.

 DISCOGRAFIA:

- Triko Quartet: “ Triko” – CDPM - LION's Rec.
- Stefano Colpi ATRIO: “ Where Do We Go From Here?” - LOL Records
- Unit Eleven : “ Song for her” - Splasch rec.
- N.P.Jazz Orchestra: “ Onde mediterranee” - Velut Luna
- N.P.Jazz Orchestra. “ Across the Beatles Universe” – Velut Luna
- N.P.Jazz Orchestra: “ La natura dell’ amore” – Marrero rec.
- Karadar Bertoldi Ensemble: “ Il carnevale degli animali” – Rivista “ Amadeus”
- A. Nacci Alma Quartet: “Colours” - Splasch rec.
- N. P. Class. Orchestra: “ Se potessi avere” - Velut Luna - N.P. Class. Orchestra : “ El dia del tango” – Marrero rec.
- Renzo Vigagni: “ Tondo “ - LOL RECORDS
- A. Arcangeli: “ Welcome to Nicktown” LOL RECORDS
- Gianni Tomazzoni: “Emergenza Chitarre III” - Playgame mus. - Music Gianni Tomazzoni: “Extensions” – Indie
- M.Stockhausen-E. Galante: “ Torre Aquila”
- Tiziano Popoli e Sonata Island: “ Menschen am Sonntag”
- Fausto Vicenzi: “Come Mais” – Indie
- Michael Loesch Trio: “Dieci Canzoni per Dieci Colori” Arte X ( Arci BZ )
- Stefano Raffaelli: “Driving” 
- Andrea Pimazzoni Trio: “ Timeless Void”- TRJ Records
- Stefano Colpi Songs & More Trio: “ Walking with Emilio” – LOL Records
- Stefano Colpi Open Atrio: “ Lontano Unisono” - Piccola Orchestra rec.
- Pierpaolo Manca Trio: "A single moment of live" - indie
- R. Spadoni N.P. Monk Collective " Sphere " feat. F. Bosso - Rivista Jazzit
- Fiorenzo Zeni: " Cortometraggio" INSAX records
- New Project Jazz Orchestra: " Lush Music" - Velut Luna
- Roberto Spadoni: " Travel Music " - Alfa Music
- Michel Marinello: "Red Shoes" Piccola Orchestra records
 


sede e corso


bolzano ->  basso elettrico
bolzano ->  contrabbasso
bolzano ->  improvvisazione jazz

info


email: stcolpi@yahoo.it
site: http://www.myspace.com/stefanocolpi