front
L’Istituto per l’educazione musicale in lingua italiana A. Vivaldi di Bolzano è da considerare un’istituzione particolare, se non addirittura unica, a livello nazionale. Fondato con legge della Provincia autonoma di Bolzano nel 1977 contemporaneamente al parallelo Istituto in lingua tedesca e ladina, il Vivaldi si è imposto all’attenzione degli appassionati e degli allievi come centro didattico, ma anche come officina di cultura e di produzioni artistiche.

Il Vivaldi è diventato così un tassello importante in ambito non solo strettamente musicale. Le diverse iniziative, realizzate in collaborazione con numerosi enti provinciali, nazionali ed esteri, hanno contribuito ad una significativa diffusione di una cultura musicale che pone Bolzano e la sua provincia in una situazione di particolare fermento.

Attualmente gli allievi coinvolti nei diversi corsi ordinari, straordinari, nei laboratori, nei seminari e nelle attività di supporto alla scuola pubblica sono infatti circa 7.000, suddivisi in 11 sedi sparse in provincia. Dalla classica all’antica, dal jazz alla contemporanea, dalla musica leggera alle più svariate forme repertoriali; tutto si trasforma in note al Vivaldi secondo il principio di Mozart: «tutto dovrebbe essere solo, soltanto e solamente musica». Davvero un modo intelligente e produttivo per crescere e vivere insieme.


Christian Tommasini, Vicepresidente della Provincia e Assessore all’edilizia abitativa, cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana
ClassicAll 2016

images/classicall.jpg
PROGRAMMA

lunedì 6 giugno | ore 17.30, ore 20.30
LICEO CLASSICO CARDUCCI
via Manci 8
 
martedì 7 giugno | ore 18.00, ore 20.30
AUDITORIUM
via Dante 15
 
mercoledì 8 giugno | ore 18.00, ore 20.30
AUDITORIUM
via Dante 15
 
giovedì 9 giugno | ore 16.30, ore 20.30
CONSERVATORIO MONTEVERDI
piazza Domenicani 19
 
martedì 14 giugno | ore 18.00, ore 20.30
ISTITUTO MUSICALE VIVALDI
piazza Parrocchia 19

martedì 14 giugno | ore 20.30
PALAZZO MERCANTILE
via Portici 39
 

Scarica il programma dettagliato qui

primopiano
BAR RACUDA

ovvero, quando la caffeina aguzza l’ingegno
images/barracuda.jpg
La nuova produzione del Laboratorio di TEATROMUSICAL
dell’Area Istruzione e Formazione Musicale Vivaldi di Bolzano
 
Sceneggiatura e musiche originali di Luca Merlini
Regia di Flora Sarrubbo
Coreografie di Elisa Darù
Direzione del coro di Livia Bertagnolli
Arrangiamenti di Luca Merlini e Giuliano Eccher21
Giovedi 19 maggio 2016 ore 9.00 e ore 11.00 (spettacoli per le scuole medie e superiori)
Venerdi 20 maggio 2016  ore 9.00 e ore 11.00 (spettacoli per le scuole medie e superiori)
Venerdi 20 maggio ore 20.30
Sabato 21 maggio ore 20.30
Teatro Cristallo di Bolzano
 
Ingresso gratuito

Un “luogo” nel luogo, un microcosmo a sé, dove vigono regole, a volte, completamente differenti da quelle che abitualmente seguiamo. Questo luogo è il bar! Un luogo dove succedono avvenimenti a volte quasi al limite dell’impossibile. Un luogo dove si incontrano spesso persone di diversa estrazione sociale, che perdono le loro differenze davanti ad un caffè o ad una birra di troppo.

Il nuovo spettacolo dell’Area Musicale Vivaldi ha dato la possibilità agli allievi del Laboratorio di TEATROMUSICAL di giocare con i personaggi, inventarli, delinearli, metterli in relazione, creando situazioni divertenti e paradossali a partire da un intreccio dal sapore quotidiano. 
Il Bar infatti è il bar di tutti i giorni, il luogo per eccellenza di scambi più o meno profondi, il luogo della chiacchiera e della confessione, di un parlare ironico e a volte amaro. La mancanza del lavoro è lo spunto di partenza… e  si sa! Soprattutto di questi tempi bisogna avere sempre la capacità di inventarsi ciò che si fa fatica a trovare...gli ingredienti ci sono: buone idee, amici, qualche brioches…e allora perché non partire per questa nuova avventura?

Bar Racuda è la 9ˆ produzione del Laboratorio di TEATROMUSICAL che propone elementi consueti e ben collaudati: musiche esclusivamente originali ed eseguite rigorosamente dal vivo dagli allievi del Vivaldi, assieme ad una sceneggiatura inedita e tutto l’entusiasmo dei ragazzi che partecipano al Laboratorio di TEATROMUSICAL.
22
primopiano
Musica del cuore 2016

Ricercare Cello Young
images/Musica_del_cuore.jpg
“Musica del Cuore”, al suo secondo anno, è una rassegna di brevi concerti che si svolgono presso alcune importanti strutture socio-sanitarie della provincia di Bolzano con l’intento di allietarne gli ospiti e donare loro un momento di svago e spensieratezza. La suddetta rassegna è organizzata dalla prof.ssa Elena Dardo, insegnante di violoncello presso l’Area Musicale Vivaldi, e gli esecutori sono tutti allievi, ragazzi e adulti, e fanno parte degli ensemble “Ricercare Cello Young”, “Ricercare Cello Ensemble” e “Ricercare Cello Orchestra”. Il programma musicale, della durata di circa 45 minuti, comprende brani di facile ascolto tratti dai vari periodi storici, di autori quali Schumann, Saint Saens, Strauss, Morricone, ma anche arrangiamenti di brani moderni studiati espressamente per gli Ensemble di violoncelli.19
MERCOLEDI 18 MAGGIO ore 16.00 Marienklinik BZ
GIOVEDI 19 MAGGIO ore 16.00 Casa di Riposo Don Bosco BZ
LUNEDI 23 MAGGIO ore 16.00 Casa di Cura Bonvicini BZ
SABATO 28 MAGGIO ore 10.00 Casa di Riposo Villa Europa BZ
SABATO 11 GIUGNO ore 15.30 Casa di Riposo Villa Serena BZ
LUNEDI 13 GIUGNO ore 11.00 Oncologia pediatrica S. Maurizio BZ
LUNEDI 13 GIUGNO ore 14.30 Ingresso Ospedale S. Maurizio BZ
MERCOLEDI 15 GIUGNO ore 16.00 Casa di Riposo Griesfeld, EGNA BZ
primopiano
Il sublime e l'orrore

Un’idea di Giovanni Accardo e Augusto Golin
images/sublime_volantino_fronte.jpg
Regia e drammaturgia di Flora Sarrubbo
Con Flora Sarrubbo e Dario Spadon
Musiche originali composte e dirette da Tiziano Popoli

26 febbraio 2016 | ore 20.30

Teatro Cristallo - Bolzano
Ingresso gratuito24
Un percorso tra letteratura e storia, con testi di poesia e prosa, immagini e musica
dal vivo, per raccontare la Prima Guerra Mondiale, tra incanto e disincanto,
dall’euforia interventista alla presa di coscienza delle atrocità di una guerra di massa e
tecnologica, “di macchine e di masse”, per dirla con Mario Isnenghi.
Testi di Pascoli, D’Annunzio, Marinetti, Govoni, Serra, Gadda, Jahier, Locchi, Martini,
Ungaretti, Soffici, Comisso, Rebora, Svevo.

Rappresentazioni per le scuole
Teatro San Giacomo - 25 febbraio 2016 | ore 11.00
Teatro Cristallo – Bolzano - 26 febbraio 2016 | ore 11.00
Teatro Puccini – Merano - 4 marzo 2016 | ore 11.00
Auditorium Don Bosco – Bressanone - 15 marzo 2016 | ore 11.0020
25
primopiano
La storia di Babar, il piccolo elefante

images/babar.jpg

testo di Jean de Brunhoff (trad. Lucia Poli)
musica di Mauro Franceschi (2012)
suite di 23 brani per pianoforte
arrangiamento per pianoforte a quattro mani di Giuliano Tonini


La storia di Babar, il piccolo elefante è una favola musicale sull’amore, sulla libertà, sull’amicizia raccontata dalla voce di Marta e dai 23 brani per pianoforte, eseguiti da Luca e Nicolò, che formano la Suite composta da Mauro Franceschi.

tracce audio, partiture e testi a questo link

Nel brano finale Babar e Celeste guardano brillare in cielo le prime stelle: hanno appena terminato la loro grande festa di matrimonio e “sognano la loro felicità”. In quest’immagine sta racchiuso il significato della favola: il desiderio di compimento cui il nostro cuore aspira e di cui la festa è come una caparra, non è destinato a rimanere insoddisfatto. Le stelle ci ricordano che se c’è il desiderio c’è anche la sua risposta: basta desiderarla e domandarla incessantemente.

1. Il canto della mamma
2. Babar gioca a palla
3. Babar a spasso con la mamma
4. Il perfido cacciatore
5. Babar arriva in città
6. Babar fa ginnastica e un bagno
7. Babar guida l’automobile
8. Babar ha nostalgia della mamma
9. Babar ritrova i cugini
10. Babar e cugini in pasticceria
11. Le mamme sono inquiete
12. Il marabù
13. Le mamme sgridano i cugini
14. Babar dice addio alla signora
15. In automobile verso la foresta
16. & 17. Il Re muore
18. Babar è nominato nuovo Re
19. Invito alle nozze
20. Arrivano gli invitati
21. Matrimonio e incoronazione
22. Danza di gioia
23. Babar e Celeste

primopiano
Bosnia venti anni dopo

Viaggio poetico musicale nel dopoguerra infinito
images/bosnia2.jpg
Bolzano - Museion

Mercoledì 2 dicembre 2015 ore 20.30

RECITAL DI POESIA E MUSICA
promosso dall'Area musicale in lingua italiana
Testo e lettura di Sandro Ottoni.
Musiche di Mauro Franceschi per Input Jack Ensemble.
Introduce Andrea Rizza.

Ingresso libero

Il recital è stato realizzato dagli autori nel corso del 2015 presso il Teatro In Cortile a Bolzano, presso il “Festival Non” in Trentino e nell'ambito di Euromediterranea 2015 al Centro Trevi di Bolzano, in occasione del conferimento del premio Alexander Langer all'Associazione ADOPT Srebrenica. “Bosnia vent'anni dopo” è ospite de “Il Cantiere di Radio Rai 3”.

Al Museion il testo sarà letto da Ottoni e accompagnato da musiche di Mauro Franceschi. La versione originale della colonna sonora per chitarra elettrica e live electrocincs per l'occasione è stata arrangiata dall'autore per ensemble di chitarre elettriche. Le musiche sono liberamente ispirate alle sevdalinke popolari bosniache.
primopiano
GUITARRA

images/guitarra.jpg
L'Area musicale Vivaldi invita ad un pomeriggio dedicato alla chitarra che si svolgerà presso la sede di P.zza Parrocchia il 4 maggio 2016.
 
Alle 15.30 sarà possibile vedere un'esposizione di chitarre costruite nella prima metà del 1800 dai più importanti liutai dell'epoca e provenienti dalle più prestigiose  scuole di liuteria europee (Lacote-Parigi, Stauffer-Vienna, Fabbricatore-Napoli, Martinez e Pages-Spagna).
 
Alle 16.30 il liutaio Gabriele Lodi, costruttore e restauratore, parlerà della liuteria della fine del '700 / inizio '800.
 
Alle 18.30 il pomeriggio si concluderà con il concerto del Wanderer Guitar Duo che suonerà su chitarre originali dando così l'occasione di ascoltare dal vivo il suono di questi strumenti.
 
Informazioni: guitarraamv@gmail.com
 
L'incontro è APERTO AL PUBBLICO e ad INGRESSO LIBERO
primopiano